Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Scritto il 28 Ott 2014 su Comunicati Stampa, Coordinamento Territoriale, News | 0 commenti

Guicciardini: “Il Pd senese cambia passo per essere in sintonia con i cittadini e per fare la sua parte nelle sfide delle nostre terre”

Guicciardini: “Il Pd senese cambia passo per essere in sintonia con i cittadini e per fare la sua parte nelle sfide delle nostre terre”

“Il Pd senese cambia passo. Basta con i compromessi al ribasso, serve unità su obiettivi concreti perché Siena torni dove merita”. Il segretario provinciale Niccolò Guicciardini ha così aperto ieri pomeriggio presso il Circolo la Filarmonica di Pianella, l’assemblea provinciale del Partito democratico senese. Guicciardini ha anche lanciato la proposta, approvata dall’assemblea, della creazione di un coordinamento politico allargato che comprenda tutte le componenti dell’assemblea stessa, per l’operazione di “rilancio sul territorio e vero cambiamento del Pd”. “Un organismo – ha detto – inclusivo e dove si discuta sinceramente”. Infine Niccolò Guicciardini ha proposto Emiliano Spanu, sindaco di Rapolano Terme, come nuovo tesoriere provinciale. La proposta è stata approvata all’unanimità dall’assemblea. La relazione del segretario provinciale ha fatto un duro appello alla necessità di un impegno collettivo sul cambiamento nei fatti, riconoscendo i limiti del Pd senese e rivendicandone i risultati degli ultimi mesi. Una relazione dura e franca che, dopo il dibattito, ha visto il voto favorevole dell’intera platea dei delegati presenti, ad eccezione di un’astensione.

Superare i personalismi e negli occhi il futuro dei nostri figli. “Quando mi sono messo a disposizione per fare il segretario del Pd senese, non ho pensato ad un trampolino di lancio per altro o ad una gestione di basso profilo – ha annunciato Guicciardini – , ho deciso di spendere un pezzo del mio impegno per dare una mano a riportare Siena dove merita. Il Pd in questi mesi ha dimostrato di voler e saper cambiare, ma ha anche dimostrato alcuni limiti. Per questo, come volontario, rilancio la guida del Pd per proseguire sulla strada che abbiamo tracciato ed, anzi, premere sull’acceleratore del cambiamento e di una nuova fase”.

Il coordinamento politico. “La prossima settimana, – ha annunciato Guicciardini – comunicherò un coordinamento politico inclusivo, che responsabilizzi tutti e che includa anche la minoranza uscita dall’ultimo congresso provinciale, per ampliare la discussione. Un modo nuovo e inclusivo di intendere la guida del Pd, che coinvolga, dal basso, i democratici e le democratiche che si vogliono mettere a disposizione di un percorso che sia comune, partecipato e costruttivo. Dobbiamo chiudere definitivamente l’epoca dei personalismi e pensare ad un progetto aperto verso i nostri iscritti e verso tutti i cittadini, simpatizzanti compresi, senza dilapidare il consenso che il Pd, grazie a Matteo Renzi, ha riscosso pure in provincia di Siena. E’ una partita da giocare tutti assieme, nessuno escluso. Al Pd di Siena serve una guida autorevole e determinata. Non perderò un minuto di più nel fare il vigile urbano delle istanze individuali o il notaio degli scontri, ciascuno si prenda le proprie responsabilità. Mi occuperò esclusivamente del fatto che il Pd sia all’altezza dei suoi elettori anche a Siena, promuovendo idee, elaborazione, incisività nei processi decisionali. Non sto lavorando per candidarmi a niente, ma semplicemente per dare forza al Partito Democratico. Quando mi sveglio la mattina, ho altro cui pensare che ai miei percorsi personali”.

Il nodo sta nel risolvere i problemi. “Mentre Matteo Renzi parla di lavoro, scuola, politiche fiscali, il Pd a Siena dà l’idea di avvitarsi nei propri posizionamenti interni. Questo è intollerabile. Serve uno scatto in avanti da parte di tutti, a partire dalla condivisione delle priorità di Siena”. La gran parte della relazione del segretario provinciale si è incentrata sulle priorità per il futuro della Provincia di Siena: infrastrutture, cultura, turismo, lavoro, termalismo e molti altre tematiche fondamentali.

ll nuovo tesoriere. Emiliano Spanu, 37 anni, è attualmente sindaco di Rapolano terme, eletto a maggio scorso per il secondo mandato. Sarà lui il nuovo tesoriere del Pd senese. “Una persona – ha detto Guicciardini – con una visione innovativa e una grande conoscenza del territorio. Sono convinto che abbia le capacità per lavorare bene in una fase molto complicata come quella attuale e che metterà a disposizione di tutto il partito le proprie competenze. Voglio ringraziare di cuore Rosanna Pugnalini per il lavoro condotto in questi mesi difficili, che ci consente a guardare al futuro con fiducia”.

468 ad

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *