Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Scritto il 9 Mag 2014 su Comunicati Stampa, Dal territorio, News | 0 commenti

Più innovazione e meno burocrazia: la ricetta di Raffaella Senesi per il tessuto produttivo di Monteriggioni

Più innovazione e meno burocrazia: la ricetta di Raffaella Senesi per il tessuto produttivo di Monteriggioni

Incentivare l’innovazione tecnologica, rafforzare la sinergia con le banche del territorio per favorire l’accesso al credito, snellire e velocizzare la burocrazia per le imprese presenti e per quelle che vorranno venire ad investire a Monteriggioni. Sono queste, in estrema sintesi, le ricette di Raffaella Senesi per sostenere il tessuto produttivo del comune. La candidata a sindaco di Monteriggioni del Centrosinistra martedì 13 maggio alle ore 18 incontrerà presso il San Luigi Residence, gli imprenditori per confrontarsi con loro ed illustrare i punti centrali del suo programma dedicati al mondo dell’impresa.

Un Comune in ascolto delle imprese. “La priorità – sottolinea Senesi – è mantenere vivo e costante il dialogo tra il Comune e il tessuto produttivo locale. Solo così la pubblica amministrazione potrà avere un ruolo di supporto alle imprese. Tra le azioni concrete che metteremo in atto ci saranno il potenziamento del lavoro per intercettare finanziamenti comunitari, agevolando progetti per l’innovazione tecnologica, la green economy e l’internazionalizzazione, lavorando, se necessario, anche in collaborazione con altri comuni. Rafforzeremo, poi, il rapporto con la rete di strutture pubbliche e private che svolgono servizi avanzati per le piccole e medie imprese e proseguiremo nel sostegno al Mercatale potenziando gli eventi e promuovendo la partecipazione di un numero più ampio di aziende che operano nel Comune”.

Agricoltura e turismo, due motori di sviluppo per la crescita di Monteriggioni. “Sul fronte dell’agricoltura – continua Senesi – rafforzeremo le attività di promozione dei prodotti di eccellenza e di filiera corta secondo gli standard qualitativi previsti dal marchio ‘Terre di Siena’. Sarà decisivo, poi, coordinare la promozione delle aziende agricole ed agrituristiche e farsi interpreti presso la Provincia, o chi ne erediterà le competenze, per una migliore gestione della fauna selvatica. Dal sostegno a un turismo di qualità, invece, vogliamo creare sviluppo e posti di lavoro. Ci confronteremo con gli operatori per programmare e promuovere eventi durante tutto l’anno, con particolare attenzione alla festa medievale e ad altri appuntamenti sportivi e culturali. Proprio la valorizzazione del nostro patrimonio artistico e culturale dovrà essere un altro punto di forza per il futuro. Penso, a questo proposito, al Castello, ai piccoli musei, al complesso monumentale di Abbadia a Isola del quale ci proponiamo di completare il recupero, alla Francigena e alla valorizzazione della necropoli etrusca con i suoi tesori. Continueremo poi a lavorare per il collegamento WI-FI Free con particolare attenzione ai maggiori luoghi turistici, sviluppando l’attuale collegamento al castello”.

468 ad

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *