Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Scritto il 25 Gen 2011 su News | 0 commenti

Rumachella (Pd): “Pedaggio, anche il Comune di Casole si mobiliti”

Il Partito democratico di Casole d’Elsa ha presentato un ordine del giorno in Consiglio comunale sul ‘Siena-Firenze day’, la mobilitazione promossa dalle province di Siena e di Firenze per il prossimo 12 febbraio per chiedere il ritiro del pedaggio sull’Autopalio e la sistemazione e la messa in sicurezza della strada. “Il nostro ordine del giorno – spiega il segretario Pd Claudia Rumachella – chiede al sindaco Pii e alla giunta comunale di Casole di aderire alla mobilitazione del 12 febbraio, alla quale noi democratici parteciperemo in tutti i comuni coinvolti, unendoci ai presidi che si terranno a tutte le uscite della Sena-Firenze. Auspichiamo che anche Casole si unisca agli altri enti locali del territorio nel dire ‘no’ al pedaggio e nel chiedere invece una adeguata manutenzione della strada – dice la segretaria del Pd di Casole – e interventi di ammodernamento e messa in sicurezza”.

“Con il via libera da parte del governo Berlusconi – prosegue Rumachella – Anas introdurrà il pedaggio sulla Siena-Firenze a partire dal primo maggio prossimo. Una decisione inaccettabile e provocatoria per le nostre comunità, come abbiamo scritto nell’ordine del giorno che sottoporremo all’approvazione del consiglio comunale. Una scelta che ricadrebbe sulle spalle dei cittadini, delle imprese e dei lavoratori, ma anche sullo sviluppo economico e turistico del nostro territorio. Auspichiamo che anche l’amministrazione comunale di Casole si unisca al ‘no’ di tutte gli altri comuni del territorio, che hanno già annunciato la propria adesione alla mobilitazione. Il Pd è contrario al pedaggio su una strada che versa in condizioni disastrose – conclude Rumachella, – con un asfalto ai limiti dell’impraticabile, una carreggiata troppo stretta e nessuna corsia di emergenza”.

468 ad

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *